Cortometraggi
Regista de Paura
Download
Links

Non è un sito, è un varco!

«Stai rischiando molto! Non sei entrato in un sito qualsiasi. Ma hai aperto un varco nella dimensione parallela e sei entrato in un incubo! Nei pressi della “zona del crepuscolo” dove incontrerai l’orrore».

Che cos’è l’orrore? È la fantasia, il sogno, la paura: è una delle tante facce dell’ignoto... ma è anche la speranza nell’ignoto! Se volevi conoscere il tuo ignoto, i tuoi incubi, hai scelto allora bene e sei entrato nell’inferno giusto: quello di Giacomo Dimarno, per gli amici semplicemente Jack... Ti ricorda qualcosa questo nome? Mio caro fratello delle tenebre ora sei in buona compagnia. Ti sei arruolato nell’esercito del male e non ti resta che continuare a scandagliare il varco. Non farlo sarebbe un peccato “mortale”. Qui ci troverai tutti noi: zombi, uomini lupo, fate, cloni fantasmatici, replicanti.... repellenti mostri e bellissime donne. Tutti al servizio di sorella morte, la signora con la falce. Perché Jack Dimarno ha filmato tutti i tuoi incubi. È uno che ha colto tutte le tue paure nei suoi cortometraggi. Il “corto” è la sua specialità perché sempre a corto di quattrini. Ma i suoi film sono “sanguigni” perché i suoi maestri sono autentici morti viventi: George A. Romero, Clive Barker, Sam Raimi, John Carpenter, Wes Craven, David Linch, David Cronenberg... tanto per citare qualche zombi. Quando Jack entra poi in “azione” fa rabbrividire anche duri come Luc Besson, John Woo, Richard Donner, Jan de Bont... tanto per citare alcuni noti sicari e alcune tra le spie più celebri del mondo in celluloide. E sono tutti i suoi preferiti. Da loro Jack ha succhiato sangue da quando si è messo a puntare la telecamera sul primo che passava, uccidendolo senza pietà. Credo propio che hai fatto male amico. Hai fatto un grande errore collegandoti al varco di Jack Dimarno. Ricordati che lui è nato nel 1968. L’anno della contestazione studentesca, dirai? No amico, è invece l’anno in cui uscì “La notte dei morti viventi”! E da allora Jack ha operato nell’ombra: L’ombra della Strega ovviamente. Abbeverandosi di New Blood, inseguendo fantasmi a Norma di legge. Perché lui è un ectoplasma ossequioso delle leggi... dell’orrore, con regolare Licence To Kill, e il suo lato oscuro, The Dark Side, lo scoprirai quando si muoverà con Bond Girl, la 007 che Hollywood si è accorta che esiste, tanto tempo dopo che Jack l’aveva già lanciata... da una finestra. Perché Goldeneye  è un sogno o un incubo. Hai fatto proprio male, amico, a visitare il varco di Jack! “Non entrare in questa casa” c’era scritto sul video del tuo computer. Ma tu non l’hai voluto capire e ora sei qui e ci rimarrai per sempre, Forever. E dovrai ingerire psicofarmaci per conoscere l’identità del tuo assassino. Dovrai sottoporti a una seduta spiritica per disseppellire la tua paura che in una bella giornata di sole si aggira nel bosco, si nasconde tra i cespugli, ti spia, ti scruta e non ti lascerà mai più.

Ora hai solo due alternative: proseguire il tuo cammino nei gironi dell’inferno di Jack cliccando sui bollenti punti attivi del sito (o meglio del varco che hai usato per entrare in questo mondo parallelo), oppure restare fulminato dalle maledizioni di Cagliostro, Mefistophele, Edgar Allan Poe e Stephen King messi assieme. Non fare quella faccia da mummia. Lo so che la scelta è mostruosa. Ma non hai scampo! E non ti servirà neppure invocare la fata Morgana per tirarti fuori. In fondo è il tuo destino: hai voluto ficcarti da solo nel varco e ora ci devi restare. E sarai in buona compagnia tra squartati, impiccati, scampati ai roghi, resuscitati, sgozzati... Cerca allora di capire chi è Jack Dimarno e, forse, riceverai il dono più bello, l’immortalità. Ma dovrai dormire tra i pipistrelli, o nelle bare, sotto due metri di terriccio. E nelle notti di luna piena ne verrai fuori, ciondolandoti come i tuoi fratelli, affamato di carne umana... sperando che, un giorno, una mano pietosa tirerà il grilletto e ti ficcherà una pallottola di argento in mezzo alla fronte. Solo allora sarai morto per davvero. Ma non ci contare  molto e goditi il varco fin che puoi. Scopri i segreti di Jack Dimarno, “regista de paura”, e contattalo. Chissà che non ti capiti di entrare nella sua galleria degli orrori.

 Te lo dicevo: hai fatto male amico!